GUERRA E…..PACE
STORIE DEI NOSTRI GIORNI

Ogni giorno dallo schermo televisivo e dalla carta stampata giungono nel nostro quotidiano fatti e immagini di popoli in guerra.
Due settimane fa, nel centro di Gerusalemme, un estremista palestinese si è fatto esplodere su un autobus: quattro morti, quattro famiglie distrutte dal dolore.
Una di queste è la famiglia di Jonathan, ragazzo ebreo morto nell’attentato. Un amico, che era con lui sull’autobus, per fortuna solo lievemente ferito, racconta ad un giornalista: "Era un ragazzo normale, non gli importava nulla della politica, il suo unico scopo era diventare medico e salvare la vita degli altri". Per questo suo desiderio la famiglia decide di donare gli organi.
In un’altra parte della stessa città, un’altra storia; quella di Naim, bambina palestinese, bisognosa di un rene nuovo. Grazie a Jonathan potrà vivere una vita normale.
Sembra la trama di un film ed invece è realtà: due popoli in lotta, una guerra che sembra non avere soluzioni, l’ennesimo atto terroristico e …….UN GIOVANE EBREO MUORE, UNA BAMBINA PALESTINESE COMINCIA UNA NUOVA VITA!!!
Il miracolo è ancora più completo, quando il nonno della bambina afferma: "Da oggi mia nipote è anche ebrea".
E’ la dimostrazione più lampante che LA VITA E LA PACE POSSONO VINCERE SULLA GUERRA.

D’ANDREA PATRIZIA – 4E
5/10/02

Chiudi la pagina