CRONACHE

Nel mirino gli affreschi di San Petronio a Bologna

Adel Smith querela il Papa: incita all'odio

Il presidente dell'Unione musulmani d'Italia attacca legalmente i vertici della Chiesa cattolica: "Diffamano l'Islam"

L'AQUILA - Un nuovo gesto sopra le righe di uno dei musulmani più famosi d'Italia.

Il presidente del "Partito religioso denominato Unione musulmani d'Italia", Adel Smith, ha querelato il Papa, Karol Wojtyla, il cardinale Giacomo Biffi, il cardinale Joseph Ratzinger, vescovi ed arcivescovi dell'Emilia Romagna, i componenti la Conferenza episcopale dell'Emilia-Romagna, il sacerdote Gianni Baget Bozzo, i responsabili dell'affissione e dell'esposizione al pubblico degli affreschi presenti all'interno della Chiesa di San Petronio, a Bologna.

LA QUERELA - La querela è stata depositata presso il Tribunale dell'Aquila, dall'avvocato Dario Visconti, legale di Adel Smith. In relazione ad una serie di scritti e comportamenti addebitati da Smith ai vertici della Chiesa, il presidente dell'Unione musulmani d'Italia lamenta "offesa, ingiuria e vilipendio per tutti coloro che praticano pacificamente la religione islamica, oltre che diffamazione e incitazione all'odio razziale e religioso, in quanto si incita a praticare una differenza di comportamento, sia da parte dello Stato che dei cittadini, verso chi semplicemente pratica una religione diversa da quella cattolica".

28 febbraio 2004 - CORRIERE DELLA SERA

Chiudi la pagina