La voce del Fiani

Scritti e News

Nuova maturità. Semaforo verde del Cnpi

Il 19 settembre il Consiglio Nazionale della  Pubblica  Istruzione  ha espresso parere favorevole sul disegno di legge di riforma degli esami di Stato gia' approvato nell'agosto scorso dal Consiglio dei  Ministri e attualmente in attesa di discussione alla Camera.
Il parere e' stato espresso all'unanimita', e la  stessa  Cgil-scuola, che aveva inizialmente una posizione piu' critica, si e' associata.
Il CNPI ha condiviso sostanzialmente la dichiarata intenzione di voler restituire serieta' agli studi ed  in  particolare  la  previsione  di riconsiderare la composizione della commissione degli esami di  Stato, la reintroduzione del giudizio  di  ammissione  e  l'obbligo  per  gli alunni di "saldare i debiti scolastici".
Proprio a proposito della  norma  che  prevede  l'obbligo  di  saldare preventivamente  i  debiti  scolastici  degli  studenti  che  accedono all'esame di Stato, il CNPI ha proposto che nel testo del  disegno  di legge approntato dal ministro Fioroni venga considerata la particolare condizione degli alunni che frequentano  nell'a.s 2006-2007 il  secondo ed il terzo anno del corso di studio.
Al riguardo si suggerisce che per detti alunni sia istituito l'obbligo di   saldare  gli  eventuali  debiti  scolastici  contratti  nell'anno precedente gia' a partire  dal  medesimo  anno  scolastico.  Cio'  per evitare, precisa  il  Consiglio  Nazionale,  che  gli  stessi  possano giungere alla conclusione del loro iter formativo, che andra' oltre il previsto biennio di transizione, senza aver avuto ne' la  possibilita' ne' il richiamo ad ottemperare al nuovo obbligo di legge.

TuttoscuolaNEWS n. 260 - lunedì 25 settembre 2006

Chiudi la pagina