La voce del Fiani

Cosa cambia per i licei classici e scientifici

Un primo confronto dei vecchi quadri orario con quelli dei nuovi licei, secondo i prospetti pubblicati nel documento ministeriale per la riforma del secondo ciclo (www.istruzione.it), consente di toccare con mano alcuni cambiamenti strutturali.
Va comunque premesso che il moltiplicarsi delle sperimentazioni negli anni passati ha modificato completamente la situazione di base iniziale.
Basti pensare che le sperimentazioni attivate nei 6.613 istituti statali paritari sono 5.026, quasi una per istituto, tanto che ormai nessuna istituzione scolastica superiore è rimasta completamente uguale all'ordinamento iniziale.
Confrontare quadri orario e discipline con il nuovo ordinamento progettato diventa pertanto difficile e, a volte, improprio.
Lo abbiamo fatto per i licei classici e scientifici (http://www.tuttoscuola.com/ts_news_182-1.doc ).
Nei 650 licei classici (oggi interessati da 641 sperimentazioni), italiano e latino passano dalle 22 ore attuali insegnate settimanalmente dalla IV ginnasio alla terza liceo alle 20 previste dalla prima alla quinta classe del nuovo liceo. Aumentano invece l'insegnamento di una lingua comunitaria (due ore settimanali complessivamente nelle cinque classi), chimica, biologia e scienze (3 ore), fisica (un'ora), storia dell'arte (2 ore). Educazione fisica (ora scienze motorie) perde 5 ore e può solo sperare che siano recuperate in parte nelle attività opzionali obbligatorie (10 ore nelle cinque classi di corso).
Nei 1.049 licei scientifici (oggi interessati da 1.042 sperimentazioni) colpisce innanzitutto il drastico taglio al latino che perde complessivamente 10 ore settimanali nell'intero corso dalla prima alla quinta; si riduce di 7 ore settimanali anche l'insegnamento di una lingua straniera che viene compensato dal nuovo insegnamento di un'altra lingua comunitaria per 10 ore settimanali dalla I alla V; storia e filosofia perdono due ore complessive; la nuova area scientifica guadagna 3 ore, e 2 le guadagna geografia. E' fisica che compie un forte balzo in avanti (5 ore complessive).
Anche qui educazione fisica perde 5 ore e puo' sperare nelle attività opzionali obbligatorie.

Da TuttoscuolaNEWS n. 182 - lunedì 24 gennaio 2005

Chiudi la pagina