La voce del Fiani

CONOSCERE UN ALTRO MONDO

Assumere sostanze stupefacenti significa avere il lasciapassare per un altro mondo: quello di una vita sballata. C'è, però, qualcuno che si occupa di questi "sballati" per riportarli nel nostro mondo: il SER.T. (Servizio Tossicodipendenti). Inoltre il SER.T. si occupa soprattutto di prevenire e lo fa cominciando dalle scuole. Anche il nostro liceo è stato implicato, grazie all'interessamento della professoressa Zirone, in un progetto di sensibilizzazione al rifiuto di droghe pesanti e leggere. Infatti al termine del primo incontro, durato due giorni, ci è stata conferita la qualità di "pear educators", coloro che in prima persona rifiutano le droghe, ma hanno anche il compito di portare lo stesso messaggio principalmente tra i giovani. Per la nostra formazione ci siamo ritrovati in una serie di incontri in cui sono stati trattati vari temi, tra cui importantissima la

PARTECIPAZIONE

Confronto, discussione, scambio di idee, condivisione, educazione, rispetto,

Continua tu il lungo elenco di ciò che è la partecipazione per te.
Partecipare non significa però prendere parte, dire la tua, farti ascoltare in situazioni esclusivamente positive. Infatti una banda di ladri, un gruppo di ragazzi che condividono una sigaretta, o forse più spesso una canna non partecipano insieme ad un qualcosa?
Proprio qui c'è la nostra scelta: partecipare per essere protagonisti oppure per essere relegati nelle quinte?
Io spero di trovarmi a discorrere con un o una adolescente in grado di osservare il mondo con occhi diversi da quelli abituali. A questa età abbiamo la forza e la possibilità di partecipare, ma ne rimaniamo fuori. Credo che ancora non ci è ben chiaro il fatto che tra pochi siamo noi a dover prendere atto di ciò che ci succede intorno ed essere o meno d'accordo.
Ma se non ci staremo, chi dovrà fermare la macchina del mondo? Chi dovrà trovare il coraggio per dire "no"? Chi dovrà andare controcorrente?
Oggi qualcuno si prende queste responsabilità e si unisce ad associazioni che non vogliono farsi mettere e schiacciare sotto i piedi. Alcuni di quelli hanno portato questo messaggio attraverso il "Gruppo Abele", che si occupa di tossico-dipendenti, e tra questi ultimi a suo tempo anche il celebre Vasco Rossi.
In un incontro di due giorni il nostro tema centrale è stato la partecipazione a migliorare il nostro mondo a partire dal più vicino futuro.
In pratica cosa significa?
Prendere la nostra responsabilità come una corona, porla sul proprio capo, ragionare con un tale peso e provvedere a rendere il mondo più adatto a noi.
Ci ha fatto visita anche un certo Daniele, obiettore di coscienza, tatuato, orecchini alle orecchie, entrambe; vi dico questo perché a vederlo non credereste mai che uno come lui sia riuscito a trasformare una scuola superiore abbandonata di Torino da un centro di spaccio e risorse per la malavita nella sede dei servizi sociali della città tra un ciupito o hawakiki (alcolico ad alta gradazione di origine ungherese), in mezzo a barboni extracomunitari, dove ha scoperto il significato della vita.
"Perché vivi? Oltre ad una risposta strettamente naturale, ti sei mai dato un esauriente motivo che sta alla base dei tuoi giorni?" "Sì"; "posso sperare che sei spinto a migliorare il mondo a modo tuo?" "Ci conto"; ma se ancora non hai trovato la giusta causa che riesce a farti sognare, ti consiglio di pensarci molto bene.
Certamente non voglio stare qui a dirti ciò che è giusto e ciò che non lo è anche perché io mi sono incamminato in uno dei viottoli della vita, ma non so in quale via maestra mi troverò una volta giunto al termine. Lettore o lettrice ti ho detto tutto ciò che c'era da dire, o meglio che mi sentivo in dovere di dirti, ora tocca a te.
Ricordati però che il futuro siamo noi e se vuoi scoprire la tua partecipazione prova a rispondere alle domande che seguono ed inviarmi le tue risposte o semplicemente pormi domande più dettagliate sul sito del liceo oppure al mio indirizzo
imperator88@katamail.com
Sicuramente continuerò la mia avventura intrapresa con il "Gruppo Abele" e perché no, ci sentiremo in futuro.
Ciao

Imperator88




PARTECIPARE? Sì grazie/No grazie

1. Partecipi attivamente a qualche associazione, movimento collettivo, centro sociale, gruppo religioso, partito o sindacato?
( ) sì ( ) no

2. Se sì, a quale/i tipo/i di organizzazione tra quelle citate? Se vuoi, puoi specificare anche il nome preciso.
............................................

3. Personalmente, nella mia vita ho" partecipato" quel giorno che:
....................................................................................................................................

4. Ti interessa la politica "fatta" in Parlamento, nelle istituzioni e nei partiti?
( ) molto
( ) abbastanza
( ) poco
( ) per niente

5. Puoi spiegare il perché della risposta precedente?
....................................................................................................................................

6. Partecipare a qualche iniziativa secondo te può essere imposto? Quando? Da chi e perché?
....................................................................................................................................

7. Per essere parte del tuo gruppo di amici bisogna possedere un certo oggetto/certi oggetti? Se sì, quale/quali?
( ) sì ...............
( ) no

8. Per me partecipare è:
............................................

9. Per me partecipare deve servire a:
........................................................................................

10. Puoi pensare a qualche forma di partecipazione nuova e "alternativa", magari di tua invenzione, nella quale ti piacerebbe impegnarti?
................................................................................................................................................................................

13/06/2004

Chiudi la pagina