(N.B. Foto cliccabili)


clicca per ingrandire

Studenti in abito da sera per salutare l'anno scolastico

TORREMAGGIORE - A conclusione delle attività dell'anno scolastico, il Liceo Ginnasio "Fiani" ha organizzato diverse pregevoli iniziative: Particolarmente simpatica e originale è stata quella attuata dagli alunni dell'ultimo anno che, dopo l'esame di Stato, accederanno all'Università. E' stato un modo certamente originale per lasciarsi, dopo essere stati lungamente insieme.
clicca per ingrandireUna cena all'insegna dell'eleganza e della classicità, con vestito da sera per le studentesse, che hanno rivelato la loro affascinante e splendida femminilità, e con classici vestiti scuri da parte dei ragazzi che si sono mostrati nella loro maturità di uomini pronti ad affrontare la nostra complessa società.

Il tutto negli eleganti localiclicca per ingrandire di un noto ristorante di Torremaggiore, resi fascinosi dal gioco di luci creato da Francesco Lumenti e dalla musica, classicamente penetrante e languida, eseguita al violino e al piano dai maestri Michele e Sonia Trematore.
La cena, intervallata da brani musicali, da discorsi e da uno splendido tango eseguito dalla coppia Grabriella Valente-Emilio Di Pumpo, è culminata nell'esecuzione coreografica di un Valzer di Strauss e nel "canto dell'addio" modellato sul celebre "Valzer delle candele".

clicca per ingrandireAl termine, con evidente e comprensibile commozione, il Dirigente prof. Raffaele Cera, presente con molti docenti, ha consegnato agli studenti, a nome della Scuola, una targa-ricordo che servirà a tenerli uniti nella lunga avventura della vita.

Nel suo discorso il Dirigente Ceraclicca per ingrandire ha lodato la grande capacità di autogestione dimostrata dagli studenti sia nella fase organizzativa che in quella esecutiva ed ha notato che tale iniziativa può essere vista come uno dei frutti dell'interscambio culturale con la sister-school di Buffalo (New York), l'Hutchinson Central Technical High School, in cui si svolgono serate simili, anche se con modalità e toni completamente diversi.

Italo Stella

In "La Grande Provincia" - Mercoledì 3 Giugno 2003, pag. 19

Chiudi la pagina