La voce del Fiani

Scritti e News

«Non c'è contrapposizione Darwin-fede»

«Civiltà Cattolica», rivista ufficiale della Compagnia di Gesù prende le distanze dalle tesi dei fondamentalisti americani

Il lungo articolo a firma di Emmanuel Carreira Perez

CITTA' DEL VATICANO -

Tra «la concezione darwinista dell’evoluzione - dalla prima cellula dell’uomo - e la dottrina, in genere attribuita ai fondamentalisti evangelici americani» non c’è contrapposizione.

Lo afferma Civiltà Cattolica che, nel suo ultimo numero, dedica ampio spazio al rapporto tra scienza e fede, in un articolo a firma del gesuita Emmanuel Carreira Perez. Nonostante esista «un annoso dibattito in merito» non c’è «alcun bisogno di scegliere tra essi come se fossero in contraddizione e affermassero sì e no sullo stesso argomento dal medesimo punto di vista», scrvono i gesuiti. Per il quindicinale - le cui bozze sono prima rivista in Segreteria di Stato - «siamo a un punto in cui dobbiamo accettare che né la scienza» né «la teologia offrono una risposta completa al "perchè" e al "come" dell’esistenza e dell’evoluzione dell’universo e degli esseri umani all’interno di essi». «Si tratta - conclude Civiltà Cattolica - di due modi limitati di conoscere una meravigliosa realtà che va al di là della nostra comprensione in quasi tutti i suoi stadi».

16 febbraio 2006

Da http://www.corriere.it/

Chiudi la pagina